PEDALANDO IN CITTÁ


Difficoltà bassa

CIRCUITO AD ANELLO

  • Piazza Duomo

    Il Duomo è la Cattedrale della Diocesi di Biella. Sorge sui resti di una piccola chiesa del XI secolo, di cui si possono ancora ammirare alcuni capitelli. Nel 1402 fu edificata la nuova chiesa, dedicata a Santa Maria Maggiore in seguito a un voto fatto dalla popolazione per scongiurare la pestilenza del 1399. Il monumento venne restaurato in modo importante, acquisendo l’attuale aspetto gotico, a partire dal 1772, anno in cui venne eletto a cattedrale

  • Il Battistero

    Sorto sulle rovine di un pre-esistente sepolcreto tardo-romano, è stato costruito a partire dal IX secolo e successivamente ampliato. Presenta una struttura in stile romanico, costruita in ciottoli locali misti a laterizio, a base quadrangolare avente un abside semicircolare su ciascuno dei lati, separati dai quattro pilastri angolari che sostengono il tiburio a pianta ottagonale. Sotto il livello del terreno si trova una cripta a croce greca scavata nel 1791

    scorcio notturno del Battistero biellese
  • Fondazione Fila Museum

    Nasce nel 2010 per volontà di Gene Yoon, nuovo proprietario coreano della multinazionale dell’abbigliamento sportivo, con lo scopo di promuovere, diffondere e far conoscere il valore e la storia del marchio biellese, dalle origini locali fino alla notorietà mondiale. Tra i cimeli esposti nel piccolo museo, la storica maglia a righe sottili di Bjorn Borg, le tute di Alberto Tomba e Deborah Compagnoni, quella di Michael Schumacher ai tempi della Ferrari e la maglia rosa di Marco Pantani del Giro 1999 via Seminari 4/a, filamuseum.altervista.org

  • Palazzo Boglietti

    È stato ideato negli anni Novanta del secolo scorso in seguito all’incontro tra Giovanni Boglietti e l’architetto Rizzi con lo scopo di valorizzare il terreno di proprietà della famiglia Boglietti, che era stato il campo da gioco dei bambini di casa e simboleggiava il luogo di nascita dell’azienda di famiglia. L’edificio nelle sue forme è progettato per ricordare una quercia, dal cui tronco sorgono miceti dalla forma a disco

  • San Sebastiano

    Il complesso (chiostro e basilica) venne realizzato nel XVI secolo da Sebastiano Ferrero e completato in circa mezzo secolo. All’interno della basilica si trova la cripta di famiglia dove riposano Alfonso e Alessandro La Marmora, quest’ultimo fondatore dei bersaglieri

    giardino interno di San Sebastiano a Biella
  • Museo del territorio

    Inaugurato nel 2001 per conservare il patrimonio biellese, consta di tre sezioni: quella archeologica con un allestimento multimediale dedicato alle origini del Biellese, fin dai tempi in cui c’era il mare, quella egizia con la mummia della sacerdotessa Taaset e i reperti trovati dall’egittologo biellese Schiaparelli e quella storico-artistica con dipinti dal ‘500 fino ai contemporanei (e biellesi) Ugo Nespolo e Michelangelo Pistoletto

  • Il Piazzo

    Caratterizzato dallo stile medievale dei suoi viottoli e dei suoi palazzi, dalle antiche botteghe e dai bar con dehors, il quartiere storico ospita la torre ottagonale di palazzo La Marmora, fatta costruire da Sebastiano Ferrero, uno dei maggiori protagonisti del Rinascimento alla corte di Lodovico il Moro. Un tempo il Piazzo era protetto da mura su cui si aprivano porte monumentali. La meglio conservata è Porta della Torrazza. Suggestiva è piazza Cisterna, caratterizzata da palazzo Cisterna e da un portico con capitelli in pietra e decorazioni in cotto. L’odierno ostello della gioventù era Casa Coda, poi trasformata nelle prigioni cittadine. Poco lontano sorge la storica sinagoga. Tra le chiese spiccano San Giacomo, Sant’Anna e quella della confraternita del Santo Sudario. Palazzo Gromo Losa, con i suoi giardini all’italiana, e palazzo Ferrero, entrambi ora sede di mostre e concerti, sono uno di fronte all’altro in Corso del Piazzo

    Piazza Cisterna a Biella
  • Incrocio del Bottalino, il bivio per Oropa

    Il Bottalino è una fontanella a forma di botte che contrassegna questo incrocio: a destra si sale verso Oropa lungo la strada della tappa del Giro d’Italia, a sinistra si piega verso il borgo medievale del Piazzo

  • Piazza Curiel e la funicolare

    La funicolare conduce da Biella piano al Piazzo coprendo un dislivello di 60 metri. I pilastri posizionati lungo la linea sono 28, il più alto dei quali è di 9 metri. Progettata nel 1885, nel 2017 chiuderà per consentire il restauro totale delle stazioni, delle cabine e del sistema di trazione

    la funicolare a Biella