L'ARTE E I VIGNETI


67,4 chilometri  - Difficoltà media

PARTENZA COSSATO

  • 10,2 km

    Bonda
    La frazione dei pittori

    Tutto cominciò con Celso Tempia, pittore biellese che qui era nato, e con Gastone Cecconello che sviluppò l’idea di trasformare Bonda, frazione di Mezzana Mortigliengo, in Bondarte, un museo di arte moderna e contemporanea a cielo aperto che ora ospita oltre cento opere

    mezzana, frazione  dei pittori
  • 16,9 km

    Soprana, il mulino ad acqua

    Risale al 1600 la costruzione di un mulino sul torrente Ostola a Soprana, usato “per pesta da canapa”. Oggi il mulino Susta, perfettamente restaurato, fa parte di una cellula ecomuseale

  • 26,0 km

    Coggiola

  • 36,0 km 

    Alpe Noveis
    Come al giro del 2014

    Il percorso della Agliè-Oropa del Giro d’Italia 2014 aveva ben tre gran premi della montagna sul territorio della provincia: oltre a Bielmonte e Oropa, per la prima volta la corsa rosa ha affrontato l’Alpe Noveis, pendenze severe e panorami da “piccola Svizzera”

  • 46,3 km

    Pray, la fabbrica della ruota

    Perché i primi lanifici del Biellese erano tutti addossati ai corsi d’acqua? Semplice: per sfruttarne l’energia naturale. Il funzionamento si può ancora vedere alla Fabbrica della Ruota di Pray, il Lanificio Zignone costruito nel 1871 è oggi esempio vivente di archeologia industriale tessile

    itnerno della fabbrica della ruota a Pray
  • 59,9 km

    Brusnengo 

  • 64,01 km

    Lessona
    I vini rossi del Biellese

    Le colline del Biellese orientale offrono alcuni dei più pregiati vini del territorio, rossi strutturati come il Lessona, il Bramaterra e il Coste della Sesia. Qui ci sono le vigne della famiglia Sella, i pronipoti di Quintino, e tra i viticultori c’è anche l’ex ciclista professionista e direttore sportivo Marco Bellini

  • 67,4 km

    Cossato